Totalul afișărilor de pagină

Despre mine

joi, 15 septembrie 2011

LSD

http://conumariuswritting.wordpress.com/2011/09/12/roots-lsd/http://conumariuswritting.wordpress.com/2011/09/12/roots-lsd/http://conumariuswritting.wordpress.com/2011/09/12/roots-lsd/


Wherever you look
shabby and smelling
of rust trams,
on squares of shadow
stained vomiting
and a Kiss …
just stolen
from the floating wings
of a dream… I am
the stained-bloody roots
lying torn
and suffering beings …
Even in my right eye
you Baby Floats
I hope
I could kill …

sâmbătă, 10 septembrie 2011

Widgetop - Your Web Desktop

Widgetop - Your Web Desktop

discutie cu domimique...Arcus

deci iti este dor de zilele acelea in care oamenii saraci mureau de foame , real , crud si anonim , in ghetouri sordide si mahalale umede si intunecate mirosind a aluat stricat si plamani bolnavi , in timp ce bogatii se chinuiau sa isi asorteze noua masina cu perdelele din vila?
-da , dar puteai alege...

intr-adevar exista sansa de 90% sa fi ales in ce fel sa mori...
:-)))

sâmbătă, 3 septembrie 2011

Confesiunile raului ganditor

http://conumariuswritting.wordpress.com/2011/08/31/doisprezece-proiect-conu-marius-ea/
Non mi riconosci piu’…

non riconosci piu’ il mio viso

e neanche il nome…

sono nel tuo passato

un gradevole ricordo,

no?

avevamo odore fresco

di buccaneve

li nelle primavera

tenera dei parchi

ubbriachi

di tanto verrde…

alticci dal odore aspro

del sole

e del volo lucido

degli uccelli…

pero’ ora non mi conosci

piu’,

pero’ ora non mi

chiami

sul nome

e neanche la mano mi

tieni
per un altro bacio.

Conu Marius , Dodici projecto , Doisprezece proiect

initierea


sei stat con me sulle pianure
crude della realta',
li nella casa del mostro vivo
che ci desidera e ci aspetta
sempre lo stesso
mai distinto...
mi tenevi la mano e mi sussurravi parole,
sostenevi il mio sguardo
e mi accarezzavi con baci,
li sulle pianure solitarie
e crude della
realta'...
siamo saliti insieme sul colle
doloroso, quasi fino al
abbaglio, di verde...
sotto il cielo pesante si tanto sangue,
vascos  e pieno
di uccelli imbili...
mi hai aperto la porta e
mi hai detto:
sei aspettato, sei l'ospite
Lui di onore,
bacialo prima
a lui, il triste e solo
e poi ti faro vedere il volo.